La Pasqua si avvicina ed è il momento di pensare a cosa preparare per il pranzo. Per questo giorno di festa è possibile scegliere tantissime ricette vegetariane, piatti cruelty free che sposino il senso vero della Pasqua, giorno simbolo della rinascita.

Una festività dalle radici antiche visto che in origine la Pasqua ebraica ricordava la liberazione degli ebrei dalla schiavitù degli egiziani. Successivamente, con l’avvento del cristianesimo, assunse assunto un significato ancora più profondo diventando la ricorrenza che inneggia la rinascita a nuova vita.

A prescindere dalla religione, la Pasqua è considerata una festa legata alla vita e alla rinascita. Per questo vi proponiamo un menu che non richieda l’uccisione di vite animali, senza rinunciare al gusto e al piacere della buona tavola.

ANTIPASTI

TORTA PASQUALINA

torta pasqualina

La torta Pasqualina è una ricetta di Pasqua tipica della liguria, si prepara con una pasta fatta di farina, acqua e olio stesa in sfoglie sottili che poi viene farcita con bietole e/o spinaci , ricotta e uova intere che diventeranno sode in cottura. Inutile dirvi che ogni zona/famiglia ha la propria ricetta, spesso il ripieno viene arricchito con carciofi, pisellini, le verdure da utilizzare vengono messe stufate o ripassate in padella e come guscio nelle versioni più moderne viene utilizzata la pasta brisee o pasta sfoglia.

INGREDIENTI PER STAMPO DA 22 CM

  • 2 rotoli di pasta brisee
  •  500 gr di spinaci puliti o bietole
  •  250 gr di ricotta
  •  80 gr di pecorino
  •  4 uova
  •  sale
  •  pepe
  •  latte

1- Stufate le verdure in un’ampia padella coperte da un coperchio.

2- Scolate bene l’acqua, strizzate e sminuzzate le verdure e mettetele in una ciotola con la ricotta, il pecorino, un uovo, sale e pepe. Mescolate fino ad ottenere un ripieno omogeneo

3- Foderate uno stampo a cerniera con un primo disco di pasta, bucherellate la base e versateci all’interno il ripieno ottenuto

4- Con il dorso di un cucchiaio, formate degli incavi e andateci ad adagiare le 3 uova sgusciate delicatamente.

5- Ricoprite con l’altro disco di pasta, richiudete sigillando bene i bordi, poi bucherellate la superficie e spennellate con un pò di latte. Infornate la torta Pasqualina in forno preriscaldato a 190° e cuocete per 45 minuti

6- Fate appena intiepidire poi togliete la torta pasqualina dallo stampo e servite

HUMMUS DI CECI

ingredienti per 4 persone

hummus di ceci ricette cover

(da mettere uno dopo l’altro nel tritatutto, in modo da ottenere una salsa spumosa e cremosa):

  • 2 cucchiai di salsa tahina (si trova nel reparto cibi etnici, oppure da preparare semplicemente frullando nel tritatutto 3 cucchiai di semi di sesamo leggermente tostati in padella come primo ingrediente)
  • 1 scatola di ceci già cotti (a volte per velocità, uso quelli precotti)
  • 1 cucchiaio di semi di lino
  • mezzo limone spremuto
  • una manciata di prezzemolo
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva spremuto a freddo
  • 1 spicchio di aglio, possibilmente fresco
  • 1 pizzico di sale e pepe
  • paprika e prezzemolo per guarnire (facoltativo).

PRIMI PIATTI

PASTA FAVE E RICOTTA

Pasta fave e ricotta

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 1 kg di fave fresche ( 300 gr circa)
  •  320 gr di pasta
  •  1/2 porro
  •  250 gr di ricotta
  •  30 gr di pecorino
  •  olio
  •  sale
  •  pepe

Affettate il porro a rondelline sottili, poi mettetelo in un’ampia padella con l’olio e fatelo appassire.

Aggiungete le fave sgranate, aggiungete sale e pepe e fate insaporire un minuto

Poi aggiungete un mestolo d’acqua bollente, coprite con un coperchio e fate cuocere una decina di minuti

Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata
Poi in una ciotola mettete la ricotta, il pecorino e un mestolo d’acqua di cottura della pasta e mescolate fino ad ottenere una crema

Scolate la pasta al dente, versatela nella padella con le fave, aggiungete la crema di ricotta e fate saltare in padella 1 minuto.

Servite la pasta con le fave e la ricotta, cospargendo i piatti con un pò di pecorino ed un pò di pepe

RAVIOLI CON TOFU, SPINACI E SUGO DI NOCI

Ingredienti pasta (per circa 3/4 persone):

  • 300 g di farina tipo 2
  • CurcumaSale
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Acqua q.b.

  • Ingredienti ripieno:
  • 300 g di spinaci
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe
  • Noce moscata
  • 300 g di tofu al naturale
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 6 cucchiaini di lievito alimentare

  • Ingredienti condimento:
  • Olio evo
  • 10 noci
  • Salvia
  • Semi di sesamo
  • Semi di papavero
  • Parmigiano vegano

Procedimento:

Preparare il ripieno cuocendo gli spinaci, dopo averli accuratamente lavati, in una padella dove avrete fatto soffriggere uno spicchio d’aglio in poco olio evo.

Salare e far cuocere per qualche minuto finchè gli spinaci non risulteranno teneri. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare. Togliere lo spicchio d’aglio, aggiungere il tofu sbriciolato con le mani, il lievito alimentare, la salsa di soia, sale, pepe e noce moscata.

Mescolare bene e tenere da parte.Impastare la farina con l’olio, il sale, la curcuma e acqua quanto basta per ottenere un impasto bello elastico. Impastare bene finchè non risulterà bello liscio. Infarinare un piano da lavoro e stendere la pasta sottile.

Con delle formine tagliare i ravioli come preferite. Al centro mettere un po’ di ripieno e richiudere con l’altra metà del raviolo. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti. Cuocere i ravioli in acqua bollente salata per circa 3-4 minuti (dipende da quanto spessa è la pasta).

Scolarli e condirli con le noci, la salvia e i semini tritati che avrete fatto leggermente tostare insieme all’olio evo in una padella. Aggiungete anche una bella spolverata di parmigiano vegano e il piatto è pronto.

SECONDI PIATTI

FRITTATA DI CARCIOFI

Frittata-di-carciofi

La frittata di carciofi è un secondo piatto semplice da realizzare ma molto gustoso, una preparazione a base di uova e carciofi trifolati e arricchita con tanto parmigiano. Ho scelto poi di cuocere la frittata di carciofi in forno, questo ci da due vantaggi, la comodità di non dover star dietro alla cottura e di rendere il piatto più leggero.

DOSI PER 4 PERSONE

  • 4 uova
  •  50 gr di parmigiano
  •  6 carciofi
  •  sale
  •  pepe
  •  prezzemolo
  •  olio di oliva extravergine
  •  1 spicchio di aglio
  •  100 ml di brodo vegetale
  •  1/2 limone

Pulite i carciofi, tagliateli sottilmente e metteteli in una ciotola con acqua e limone.
In una padella fate rosolare uno spicchio d’ aglio con il prezzemolo.
Trasferiteci dentro i carciofi sgocciolati e dopo qualche minuto ricoprite con il brodo caldo.

Cuocete per circa 10 minuti o fin quando i carciofi non saranno ammorbiditi.

Intanto in un’ampia ciotola sbattete le uova con sale, pepe e parmigiano.
Tuffateci dentro i carciofi ed amalgamateli per bene rigirandoli.

Trasferite tutto in una teglia da forno antiaderente in cui avrete messo un filo d’olio e cuocete in forno preriscaldato a 200 °C per 20 minuti.

La vostra frittata di carciofi è pronta per essere portata in tavola.

ARROSTO DI FUNGHI E NOCI

Ingredienti:

  • olio d’oliva
  • 2 scalogni, affettati finemente
  • 1 spicchio d’aglio, affettato finemente
  • qualche rametto di timo fresco, solo le foglie
  • 1/2 cucchiaino di semi di nigella
  • un pizzico di peperoncino secco tritato
  • 500 g circa di funghi misti, puliti e tagliati a pezzi
  • un sorso di marsala (opzionale)
  • 1 fetta di pane con semi
  • 20 g di porcini secchi, ammollati in acqua tiepida
  • 50 g di castagne cotte al vapore, tritate
  • 50 g di nocciole, tritate
  • un filo di olio al tartufo (optional)

– Riscaldare il forno a 180 °C.

– Mettere una padella dal fondo pesante su fiamma media e versarvi un po’ di olio. Soffriggere gli scalogni finchè diventano morbidi e poi aggiungere l’aglio, il timo, i semi di nigella e il peperoncino. Ridurre la fiamma e saltare il tutto per qualche minuto, senza far bruciare gli ingredienti. Rialzare la fiamma, aggiungere un altro po’ di olio e aggiungere i funghi. Far rosolare finchè i bordi dei funghi sono doratini, aggiungere il marsala e farlo sfumare. Spegnere e tenere da parte.

– In un mixer tritare il pane e ridurlo in briciole. Aggiungere metà dei funghi rosolati e i porcini strizzati, con un cucchiaio dell’acqua di ammollo dei porcini. Frullare fino ad ottenere un purè. Aggiungere metà delle noci (nocciole + castagne) e un filo di olio al tartufo (se lo si usa, io ho messo olio d’oliva) e frullare a intermittenza. Aggiungere i funghi rimanenti e frullare ancora a intermittenza fino ad ottenere un composto ben amalgamato, ma non omogeneo. Infine, incorporare quasi tutte le noci rimaste, senza frullare. [nota: lo scopo di mettere gli ingredienti in tempi diversi è proprio quello di ottenere diverse consistenze all’interno del “purè”. ]

– Oliare una pirofila da 150 ml, versarvi il composto e pressare bene per non lasciare bolle d’aria. Spolverare con le noci rimaste. Versare un filo d’olio sulla superficie e informare per 35-40 minuti, finchè la superficie è dorata e croccante. Se vedete che tende a colorare troppo in fretta, coprite la pirofila con un pezzo di alluminio.

– Servire con salsetta (segue ricetta) e contorni

Potete preparare la salsa anche in anticipo e conservarla in freezer, tutta insieme o divisa in porzioni, a seconda dell’uso che vi viene più comodo.

Ingredienti:

  • 1 cipolla rossa, con la pelle, tagliata a spicchi
  • 1 cipolla bianca, con la pelle, tagliata a spicchi
  • 1 stelo di sedano, tagliato a pezzi da 1 cm
  • 2 carote, tagliate a pezzi da 1 cm
  • 1 peperone rosso, tagliato a strisce da circa 3cm
  • 2 pomodori, tagliati a spicchi
  • Rosmarino, salvia e alloro
  • Olio d’oliva
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di farina
  • 600 ml di brodo vegetale, bollente

– Riscaldate il forno a 180 °C. Sistemate tutte le verdure e le erbe aromatiche in una teglia, condite con l’olio e la salsa di soia. Arrostitele poi per circa 30 minuti o finchè saranno cotte (fate la prova con un coltello sui pezzi più duri).

– Trasferite la teglia su un fornello a fiamma media. Aggiungete un filo d’olio, la farina e rosolate mescolando per 3 minuti circa. Aggiungete il brodo bollente e cominciate a schiacciare le verdure con una forchetta o con uno schiacciapatate. Cercate di ottenere una sorta di purè, anche se ovviamente alcuni pezzi resteranno ben visibili. Far bollire finchè la salsa si addensa.

– Passate le verdure al setaccio in modo da strizzare le parti ancora solide e separare la salsa.

– Scaldatela prima di servire e aggiustate di sale se necessario.

CONTORNI

PATATE AL FORNO GRATINATE E CROCCANTI

patate al forno gratinate

Un grande classico della cucina, con un tocco di classe in più per farle diventare ancora più golose

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 500 g di patate
  • 60 g di olio extra vergine d’oliva
  • Sale e pepe quanto basta
  • 150 g di pan grattato
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • Altre spezie a piacere (rosmarino, alloro, o anche aglio se vi piace)

Per preparare le patate al forno gratinate perfette iniziate mettendo a bollire una pentola capiente piena d’acqua. Lavate bene le patate, pelatele e tagliatele a tocchetti, cercando di avere una misura omogenea simile per tutti.

Calate i tocchetti di patate nell’acqua bollente, lasciando che cuociano per una decina di minuti; non devono stare tanto, giusto il tempo che ci entri dentro la forchetta.

Nel frattempo accendere il forno a 250 gradi. Oliare bene una teglia e cospargerla uniformemente di pan grattato. Scolare le patate e versarle nella teglia; aggiungere sale, pepe e formaggio grattuggiato in abbondanza. Aggiungere l’olio rimanente e cospargere completamente di pan grattato. Aggiungere gli altri aromi a vostro piacere (per me rosmarino).

E’ importante che le patate siano disposte in un solo strato sulla teglia affinchè possano cuocere bene senza essere girate; girandole infatti si spappolerebbero, invece è importante che mantengano la loro forma intatta.

Infornare abbassando il forno a 220 gradi per 20-25 minuti, o comunque finchè saranno ben croccanti e gratinate.

Ecco pronte le patate al forno gratinate perfette e croccanti!

CARCIOFI TRIFOLATI

Carciofi trifolati
  •  6 carciofi
  •  1 spicchio di aglio
  •  1 limone
  •  100 ml di brodo vegetale
  •  prezzemolo
  •  olio
  •  sale
  •  pepe

Pulire i carciofi, togliendole foglie dure più esterne, parte del gambo e tagliare le punte.

Tagliare i cuori di carciofo a metà, poi a spicchietti e metterli in una ciotola con l’acqua e il succo di mezzo limone.

Nel frattempo in un’ampia padella far imbiondire uno spicchio d’aglio, poi scolare i carciofi, aggiungerli in padella e farli saltare a fiamma viva per un paio di minuti

Abbassare la fiamma, aggiungere il sale, il pepe e il prezzemolo tritato, aggiungere un mestolo di brodo caldo e lasciar proseguire la cottura per 10/15 minuti circa coprendo con un coperchio .
Se durante la cottura i carciofi dovessero asciugarsi, aggiungere altro brodo bollente.

Servire i carciofi trifolati decorando il piatto con altro prezzemolo tritato